Danza Spazio Molecole


Il nostro universo determina le nostre regole e, allo stesso modo, le nostre regole determinano e creano il nostro universo. Possiamo dire che l’universo sia un insieme di spazi che scegliamo e possiamo considerare lo spazio come un insieme di sistemi, dove i sistemi sono gestiti da diverse regole.

Con il passare del tempo, non è insolito che vi siano degli spazi che non ci soddisfano più pienamente o, anche solo, che non ci piacciono più; quando ce ne accorgiamo possiamo trasformarli o scegliere qualcosa di diverso.

Un modo per trasformarli è scegliere regole differenti, passo dopo passo. Quello che viene suggerito come primo passo è l’abbracciare tutto lo spazio, tutto ciò che “funziona” e ciò “che non funziona” per noi, tutto ciò che ci piace e ciò che non ci piace.

Cosa s’intende con “abbracciare”? Con “cogliere lo spazio”, si invita a percepire lo spazio di tutto l’essere. Non và razionalizzato, ma và percepito tutto ciò che lo spazio include: pensieri, sensazioni, emozioni, persino attitudini, giudizi, convinzioni; tutto ciò che viene considerato come “positivo” o “negativo” e tutto ciò che non possiamo razionalizzare ma è parte dello spazio.

Poi, aggiungendo l’ingrediente del “piacere” e applicandolo alle aree della nostra vita e prendendo in considerazione l’“ecologia” degli altri sistemi, possiamo notare molti cambiamenti nella vita, nel lavoro, nel business… Siamo “sistemi” del piacere. Questo ci aiuta a rilasciare qualsiasi carica correlata a ciò che “non funziona” più per noi.

Quando non ci sono più cariche, quando non ci sono più tensioni, si è aperti a qualcosa di nuovo: questo è il momento di scegliere da un infinito insieme di scelte. È l’inizio della trasformazione che stiamo cercando; e, la trasformazione dello spazio, è fatta passo dopo passo, come una danza.

È come una danza di molecole nello spazio. La trasformazione di molecole attraverso le loro interazioni con il circostante è riflesso nel cambiamento delle loro proprie vibrazioni, della loro danza.

La DSM è una metodologia ispirata alla natura. Include un insieme di esercizi che favoriscono la trasformazione degli spazi scelti – es. il lavoro, le relazioni, lo studio…

Le classi DSM sono sviluppate dai partecipanti. Come? Sono svolte scegliendo gli spazi, o meglio, gli spazi vengono determinati dagli argomenti scelti e da chi vi partecipa. Si lavora insieme sul sistema degli spazi scelti che, piacevolmente, si trasformano.

 

Graziano Dominici